Marocco. Un giardino privato e di rappresentanza

Fascino e relax sulle montagne dell’Atlante

Una residenza privata e il suo giardino ormai datato, inseriti in un contesto rurale dove coltivazioni arboree di frutta si alternano a scorci sul paesaggio naturale: ecco la base dai cui è partita la Sandrini per progettare il suo intervento.
L’obiettivo principale, espressamente richiesto dal committente che utilizza questo palazzo durante i mesi estivi come rifugio dal caldo, è stato quello di ridisegnare un paesaggio stilisticamente obsoleto e poco adeguato agli incontri conviviali, ufficiali e di rappresentanza che in esso si svolgono.
Il progetto steso da Sandrini si è ispirato all’uso dei colori vivaci per la vegetazione e per taluni elementi di arredo, alla cultura nord africana del bacino del mediterraneo e alla valorizzazione e integrazione con il paesaggio rurale e la campagna circostante.
E’ stata ideata una scenografia lussureggiante con generose fioriture, creando una sorta di giardino botanico, dei profumi e dei colori, nell’attuale parterre di prato prospiciente l’edificio, con lunghe prospettive sul paesaggio circostante.
L’aggiunta di una fontana rocciosa all’ingresso principale, unitamente a vegetazione acquatica e dal piacevole suono da esso creata, ha arricchito con eleganza il nuovo giardino.

Dettagli del giardino:

  • Località: Immouzer / Marocco
  • Dimensioni del Giardino: 3.200 mq
  • Tipologia: parco privato – landscape design
  • Cliente: Confidenziale
  • Numeri nel progetto: 26 alberature / 4.370 arbusti medi e bassi
  • Stato del progetto: da realizzarsi
  • Riferimenti: Giuseppe Sandrini / Stefano Filippini / Andrea Debosio
  • Servizi e Opere: progettazione e realizzazione giardini, movimentazione terra, impianto di irrigazione, impianto di illuminazione, giardini Marocco