Arabia. Lusso e modernità nel deserto

Nuovo splendore e vitalità per un Palazzo Reale

Un Palazzo di rappresentanza realizzato per un’importante famiglia emiratina e il suo enorme parco, mai ultimato, hanno costituito la base di lavoro per questo ambizioso progetto affidato a Sandrini: riqualificazione estetica, miglioramento della vivibilità ed esaltazione della magnificenza del contesto.
Il cuore del progetto si sviluppa attorno ad una grande e scenografica fontana pensata e disegnata come una lunga scalinata che conduce sino all’ingresso del palazzo, simbolo di ricchezza e potere per la committenza.
La scelta della vegetazione è stata guidata dalla fondamentale volontà di creare un paesaggio che fosse molto scenografico e imponente, oltre che vivibile. In considerazione del clima estremo e della quasi assenza di alberature, sono state create diverse zone con dense masse di vegetazione con un considerevole incremento del numero di alberi e, conseguentemente, dell’ombra e del comfort.
Ulteriore elemento fondamentale dell’intervento paesaggistico del parco è stato rappresentato dalla rivalutazione della viabilità carrabile esistente: nuove palme ad alto fusto lungo i lati corredate da arbusti tipici dei climi estremamente caldi e con bassissima richiesta idrica. Il tutto valorizzato da un impianto illuminotecnico dalle scenografie accattivanti: luci a led ad alta tecnologia che creano effetti cromatici e sfumature degne di questo splendido Palazzo reale.

Dettagli del giardino:

  • Località: Abu Dhabi / UAE
  • Dimensioni del Giardino: 90.000 mq
  • Tipologia: parco privato – landscape design
  • Cliente: Confidenziale
  • Numeri nel progetto : 579 palme e alberature / 120.000 arbusti
  • Stato del progetto: da realizzarsi
  • Riferimenti: Marco Sandrini / Stefano Filippini / Andrea Debosio
  • Servizi e Opere: progettazione e realizzazione giardini, movimentazione terra, impianto di irrigazione, impianto di illuminazione, giardini UAE, giardino arabo.