Emirati Arabi. Nuovo complesso energetico ad Abu Dhabi

Una suggestiva naturalezza

Gli ingressi, di un nuovo complesso energetico negli Emirati Arabi, si vestono a verde per accogliere il visitatore con la vitalità e lo splendore di inaspettate cascate vegetali. Due creazioni verdi con due identità e caratteri distinti, ma accomunate da un disegno naturale e morbido, dotato di differenti tonalità di verde che vanno da quello brillante delle Felci ai riflessi argentati delle Aglaonema fino ai toni cupi e violacei dell’Anthurium. Il primo giardino, collocato in una nicchia dalle pareti curve e illuminato da un alto lucernario, si ispira al concetto della grotta, creando uno spazio intimo e raccolto. Le specie botaniche prevalenti sono quelle che caratterizzano gli ambienti umidi naturali, tra cui differenti varietà di Nephrolepsis e Asplenium. L’unica fioritura presente è data dal bianco puro dell’Anthurium posto alla base della parete. Il secondo giardino, posizionato invece nella lobby interna, è caratterizzato da una maggiore luminosità, sapientemente creata con piante a foglia variegata e glauca da cui emergono grandi fioriture rosa pallido. La disposizione delle diverse piante ne valorizza le diverse forme e volumi, creando accostamenti cromatici che donano al giardino un fascino delicato.

Dettagli dei giardini verticali e orizzontali:

  • Località: SHAH / Abu Dhabi / UAE
  • Dimensioni: 92 mq
  • Tipologia: giardino verticale interno – giardino aziendale – verde da interno
  • Cliente: Shah Gas Development (SGD) Program / Samsung engineering
  • Numeri nel progetto: 1900 piante da interno
  • Stato del progetto: giardino verticale realizzato
  • Tempi di realizzazione: realizzato in 90 giorni
  • Riferimenti: Giuseppe Sandrini / Claudia Arrighetti
  • Servizi e Opere: progettazione e realizzazione giardini verticali, impianto di fertirrigazione, giardini interni, verde verticale